Poste Italiane in tilt, la colpa è di IBM?

Quanto durerà il caso legato al black out, diciamo così, di Poste Italiane?

Mentre i politici continuano a interrogarsi sul da fare, i cittadini italiani sono davvero infuriati soprattutto i pensionati che aspettavano di ritirare la pensione, quelli che aspettavano pacchi urgenti, quelli che dovevano effettuare importanti pagamenti in scadenza, insomma milioni e milioni di persone. A quanto pare però il capo espriatorio di tutto sembra essere IBM. Il colosso è finito sotto accusa e in un comunicato stampa ufficiale di Poste Italiane si legge: “rallentamenti dovuti al malfunzionamento del nuovo software IBM”.

I tecnici IBM hanno lavorato giorno e notte per ripristinare il sistema e anche il software imputato è stato difeso dal Ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, che ha specificato che quest’ ultimo è stato in grado di “supportare” oltre 8 milioni di transazioni in un solo giorno a differenza di quello presente prima che arrivava ad un massimo di 6 milioni e mezzo.

Insomma si è trattata di semplice sfortuna oppure di un accumulo di incurie?

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 09/06/2011
Categoria/e: Dalla Rete, Primo piano.

Lascia un commento

Favole e Fantasia

Galleria

Accedi | Copyright 2009-2016 TabletMania.org è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655