Pirateria, Google “censura” i siti Torrent, fuori da Istant

Qualche settimana Google aveva annunciato, un pò in sordina, che avrebbe provveduto a “censurare” la ricerca di siti che contenessero materiale “pirata”.
 
A quanto pare il colosso di Mountain View ha mantenuto la promessa provvedendo a limitare la ricerca e questa sembra più che altro un colpo mancino agli internauti, che avranno un servizio “pilotato” ma una bella azione nei confronti delle grandi aziende discografiche e cinematografiche. I siti che sono stati “censurati” diciamo così sono BitTorrent, Torrent, uTorrent, Megaupload e RapidShare che sicuramente avranno un calo delle visite ma sicuramente non saranno “fatti fuori” così come la pirateria.
 
In pratica Google ha rimosso da Google Istant, la funzione che completa in automatico le richieste degli utenti nella ricerca, i siti relativi a Torrent.
 
Questo però non ha evitato la nascita di molte polemiche visto che alcuni dei siti che sono stati penalizzati vendono software anche in modo legale.
Sarà davvero questo il modo giusto per fermare la pirateria? Non credo proprio.

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 29/01/2011
Categoria/e: Altri mondi, Primo piano.

Lascia un commento

Favole e Fantasia

Galleria

Accedi | Copyright 2009-2016 TabletMania.org è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655