Sfida tra tablet di ultima generazione

L’anno che si sta chiudendo sarà forse ricordato come quello in cui i tablet hanno invaso il mondo. Quelli che fino a poco tempo fa erano dei dispositivi dedicati esclusivamente allo studio ed al lavoro sono ora prepotentemente entrati nelle case di tutti, proponendosi come la soluzione ideale per i problemi di tutti i giorni.

A partire dai primi mesi dell’anno è stato un susseguirsi di tablet sempre più performanti, che hanno avuto il loro apice in questi ultimi tempi con l’uscita sul mercato del nuovo sistema operativo della Microsoft. Perfino la stessa Apple, che ha sempre lasciato un po’ di tempo tra un’uscita e l’altra dei suoi dispositivi, ha immesso sul mercato ben tre versioni dell’iPad, due che hanno portato il tablet della mela dalla seconda direttamente alla quarta generazione, ed uno che è andato a contrastare i tablet dal formato tascabile.

Hanno avuto un ottimo impatto sul mercato proprio i tablet dal formato ridotto, grazie soprattutto alla loro maneggevolezza, ed al fatto che possono essere riposti con tranquillità, senza problemi di spazio. Inoltre ridurre il formato non ha portato a ridurre le prestazioni, che in alcuni casi sono state ben oltre la media. Il successo di questi tablet è stato del tutto inaspettato nei primi tempi, tanto che , come accennato prima, anche la Apple poche settimane fa ha voluto dire la sua in merito.

Vi sono poi i nuovi prodotti incrocio tra PC e tablet che raggiungono prezzi spesso alti, a meno che questo non venga lanciato in qualche offerta simile a quella di questo Sony Vaio Tap 20 , cosa ad esempio successa per questo nuovo iPhone.

Questi prodotti sono la vera e propria novità arrivata in concomitanza con l’avvicinarsi della fine dell’anno, e di conseguenza con l’arrivo del periodo delle spese natalizie. Sono dei PC in tutto e per tutto, che si trasformano in dei comodi tablet all’occorrenza. L’idea è stata sfruttata non solo dalla Sony con il suo Tap 20, dallo schermo totalmente touch, ma anche dalla Asus con il suo Taichi, il primo ibrido tablet-PC vero e proprio, e dalla Samsung, con i suoi Smart PC dalla tastiera rimovibile e schermo touchscreen.

La sfida tra i vari tablet si è concretizzata anche in quella fra i vari sistemi operativi, tutti arrivati alla loro ultimissima versione. Ha cominciato Google, con la versione di Android 4.0 ICS, ormai nativa negli ultimi device realizzati, e quasi completamente a disposizione di tutti gli altri per l’aggiornamento. Poi è stata la volta della Apple, che in occasione del lancio del suo nuovo melafonino ha portato la versione iOS 6 del suo sistema operativo proprietario in tutti i suoi dispositivi, anche quelli più datati.

Ultimo, ma solo in termini di uscita, è arrivato il nuovo Microsoft Windows 8, sia nella versione Phone che in quella per PC. Un sistema operativo rivoluzionario, che però ha fatto storcere il naso agli affezionati dei sistemi a finestre, che poco hanno gradito l’arrivo sui loro personal computer delle tiles, molto in voga sugli ultimi smartphone. La Microsoft sembra aver fatto una scelta molto azzardata, ma non è detto che questa scelta non possa pagare nei tempi a venire.

Questa sfida tra tablet è stata solo una delle tante sfide che si sono avute durante il corso dell’anno in tutti gli ambiti della tecnologia. Le varie case produttrici si sono date battaglia sfornando dispositivi sempre più tecnologici ed all’avanguardia, ponendo il consumatore di fronte ad una varietà di scelta mai vista prima. E tutto fa presagire che non sia finita qui, con il nuovo anno alle porte che già si annuncia ricco di incredibili novità.

Luca Califano

Articolo scritto da Luca Califano il 01/12/2012
Categoria/e: Notizie.

Lascia un commento

Favole e Fantasia

Galleria

Accedi | Copyright 2009-2016 TabletMania.org è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655