Agcom: Italia digitale al collasso

Corrado Calabrò, presidente dell’ Agcom, ha sostenuto che l’ Italia digitale è al collasso.

Il presidente denuncia così una situazione che è ormai allo sbando, diversi problemi accumulati, in Italia manca la banda larga, le frequenze per smartphone e iPad sono scarse così come quelle per i tablet, come Wi-Fi e 3G. Il presidente auspica una rivoluzione digitale. Secondo la Relazione Annuale dell’ Agenzia delle Comunicazioni, guidata appunto da Calabrò, servono molte risorse, serve un progetto del Paese per una “fiber nation”, in modo tale da attrarre anche gli investitori istituzionali.

Poi il presidente leogia alcuni operatori delle telecomunicazioni per i loro sforzi che ritiene utili ma non sufficienti.

Il presidente nella dichiarazione scrive: “L’Agenda digitale europea prevede che almeno il 50% delle famiglie europee utilizzi un collegamento superiore ai 100 Mbps entro il 2020. I piani proposti portano a questo risultato? L’impressione è dunque che le pur apprezzabili idee progettuali proposte offrano una visione di quello che si può fare, ma non ancora di quello che concretamente ci si impegna a fare”.

Infine il presidente ha dichiarato che l’ agenzia preparerà “l’agenda digitale per l’Italia“in cui saranno contenute le regole per l’accesso alle reti di nuova generazione e che riconoscono “un premio al rischio per il capitale investito”.

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 06/07/2010
Categoria/e: Notizie, Primo piano.

Lascia un commento

Favole e Fantasia

Galleria

Accedi | Copyright 2009-2016 TabletMania.org è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655